Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
Posted by gcosmelli 30 - luglio - 2014 Commenti disabilitati

RaceBo2013MerolaBologna, 29 luglio 2014 – L’edizione bolognese della “Race for the cure” nel 2014 punta a battere il suoi record: un primato di partecipazione, di solidarietà e di concreta prevenzione. La celebre manifestazione benefica per la lotta ai tumori del seno si prepara a tornare in città dal 26 al 28 settembre, dopo aver stabilito lo scorso anno il suo massimo storico di partecipanti con oltre 13.000 iscritti. Ma la corsa e la passeggiata che la domenica mattina attraverseranno il centro storico sono il culmine di un evento di ben tre giorni: per tutto il fine settimana la “Race for the Cure”accoglierà i bolognesi nel villaggio della salute dei Giardini Margherita.

Organizzata dalla Susan G. Komen Italia sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il contributo, tra gli altri, dello sponsor nazionale Johnson & Johnson, la “Race for the Cure”, è dedicata alle “Donne in Rosa”, le donne che hanno affrontato il tumore del seno e scelgono di partecipare alla corsa o alla passeggiata indossando una maglietta e un cappellino rosa per dimostrare un atteggiamento aperto, coraggioso e positivo nei confronti della malattia. Un messaggio di speranza per le altre donne che combattono contro il tumore del seno ed un momento di condivisione di grande importanza per affrontare il percorso di cura. Con loro e con gli altri partecipanti della Race ci saranno anche quest’anno la madrina della Komen Italia, Maria Grazia Cucinotta e la testimonial delle Donne in Rosa, Rosanna Banfi.

PERCHÉ UNA CORSA CONTRO I TUMORI DEL SENO – I tumori del seno sono le neoplasie maligne più frequenti nelle donne e sono in continuo aumento. I dati epidemiologici indicano che 1 donna su 9 sviluppa un tumore del seno, con gravi ricadute sulla famiglia e sul mondo del lavoro. In Italia si registrano oltre 47.000 nuovi casi all’anno (uno ogni 15 minuti) e, sebbene le possibilità di guarigione siano alte soprattutto quando la diagnosi è precoce, quasi 12.000 donne ogni anno perdono la loro battaglia contro la malattia. Per questo la Komen, attraverso i fondi raccolti con la “Race for the Cure” (oltre 6.000.000 di euro dal 2000 ad oggi), contribuisce ogni anno al finanziamento di decine di progetti di prevenzione, educazione alla salute del seno e supporto alle donne operate, ideati e svolti da associazioni di volontariato di tutta Italia. Proprio a gennaio 2014 hanno preso il via altri 5 nuovi progetti in Emilia-Romagna, realizzati grazie alla Race di Bologna 2013, che portano a 245 il totale di quelli svolti dal 2000 ad oggi utilizzando i fondi raccolti con la manifestazione in tutte le edizioni di Bologna, Roma e Bari.

TRE GIORNI DI SALUTE, SPORT E BENESSERE – La “Race for the Cure” aspetta dunque i bolognesi dal 26 al 28 settembre per una tre giorni ricca di iniziative per tutta la famiglia nel “Villaggio della Salute” allestito ai Giardini Margherita. Sono previste iniziative concrete di prevenzione, laboratori educativi e stage di apprendimento di alcune discipline sportive. Inoltre, gli stand degli sponsor e un’attrezzatissima area giochi per i bambini. Alla corsa della domenica mattina, che attraverserà il centro, si potrà partecipare con una donazione minima di 10 euro che darà diritto a ricevere, secondo disponibilità, la t-shirt esclusiva della manifestazione, il pettorale e la borsa gara con gli omaggi degli sponsor. Informazioni ed iscrizioni (anche via web con carta di credito) su www.racebologna.it

IL GRANDE CONTRIBUTO DI ISTITUZIONI E AZIENDE – La “Race for the Cure” di Bologna è patrocinata da Comune di Bologna, Provincia di Bologna, Regione Emilia-Romagna, AUSL Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi, Università di Bologna Alma Mater Studiorum, CONI e FIDAL, con la collaborazione di IPASVI – Collegio di Bologna, CNA Bologna, Federfarma Bologna, CSI Bologna e Associazione Italiana Fisioterapisti e con la partecipazione di ANDOS. Oltre a Johnson & Johnson, sponsor nazionale, fondamentale è il contributo di altre importanti aziende come Cosmoprof e BolognaFiere, Neutrogena (sponsor delle Donne in Rosa), Lete (fornitore ufficiale acqua), Diva Universal e Radio Bruno (media sponsor), UPS (trasporti) e Lazy Town (sponsor bambini). La realizzazione tecnica della corsa è a cura del Circolo Giuseppe Dozza.