Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
FacebookTwitterEmailPrintFriendly

Nel corpo sano, un sistema naturale controlla la creazione, la crescita e la morte delle cellule (chiamata apoptosi). Attraverso questo naturale ciclo vitale si mantengono integri i tessuti: mentre le cellule più anziane muoiono le cellule residue si dividono per rimpiazzarle. Anche quando un tessuto viene danneggiato, ad esempio mediante un taglio sulla mano, si ha l’accelerazione della divisione delle cellule nella zona ferita per creare, più velocemente possibile, nuovi tessuti (cicatrice). Quando la cicatrizzazione è completa, la creazione di nuovi tessuti ritorna al ritmo normale.
Nel tumore i regolatori naturali del ciclo cellulare non funzionano correttamente con la prevalenza della crescita delle cellule sulla loro morte. Le cellule tumorali a loro volta si dividono senza il normale controllo e producono una massa di tessuto in eccesso: il tumore. Crescendo e sviluppandosi, il tumore sollecita la formazione di nuovi vasi sanguigni (fenomeno chiamato angiogenesi) per ricevere l’ossigeno e le sostanze nutritive.
Nel tumore maligno, le cellule possono anche staccarsi dall’area di origine e raggiungere, attraverso il flusso sanguigno e il sistema linfatico (la rete che collega i linfonodi in tutto il corpo), altre parti del corpo, come ad esempio il fegato, i polmoni o le ossa. Questo processo viene chiamato metastatizzazione. Nella nuova sede le cellule tumorali possono nuovamente cominciare a dividersi e creare nuovi tumori (metastasi).