Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
Posted by gcosmelli 16 - ottobre - 2016 Commenti disabilitati

partenzaracebs2016Brescia, 16 ottobre 2016 – Sotto un magnifico sole che ha illuminato il centro della città, Brescia ha festeggiato con successo la sua seconda edizione della Race for the Cure, con un risultato record di 7.000 iscritti.

Il fiume di persone che da Piazza Vittoria ha percorso i 5km del tracciato distribuito nel centro cittadino, hanno corso o passeggiato insieme al Vice Sindaco di Brescia Laura Castelletti come atto conclusivo di un intero weekend ricco di iniziative per la promozione di uno stile di vita sano. Tra loro, oltre 600 Donne in Rosa, che hanno partecipato alla manifestazione indossando una speciale maglietta rosa per portare la propria testimonianza coraggiosa e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce, incoraggiando le altre donne che incontrano la malattia a farlo con un atteggiamento più positivo. Così ha fatto anche la Dott.ssa Barbara Saba, Direttore Generale della Fondazione Johnson & Johnson, presente anche a questa edizione come Donna in Rosa e rappresentante del national presenting partner.

Organizzata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio della Polizia di Stato, Arma di Carabinieri, Guardia di Finanza, Regione Lombardia, Provincia di Brescia e Comune di Brescia, CONI, FIDAL, Associazione Industriale Bresciana, Ordine dei Medici di Brescia e Fondazione Poliambulanza e con la partecipazione di MOICA E IPASVI; la Race for the Cure si è svolta con il contributo di Johnson & Johnson (national presenting partner), Fondazione Poliambulanza (local major partner), Aveeno (partner delle Donne in Rosa) Cisalfa (partner tecnico) e di altre numerose aziende sensibili alle tematiche della salute come il main media partner Sky, e il fornitore ufficiale acqua Lete.

IL VILLAGGIO DELLA SALUTE – In attesa della corsa, è stato come sempre il “Villaggio della Salute, Sport e Benessere” ad animare Corso Zanardelli nelle giornate di venerdì 14 e sabato 15 ottobre con il coordinamento della Dott.ssa Valeria Zacchi. Una iniziativa realizzata dalla Komen Italia in collaborazione con la Fondazione Poliambulanza e la Fondazione Johnson & Johnson, finalizzata alla promozione della salute e del benessere psicologico attraverso l’offerta gratuita di consulenze specialistiche ed esami diagnostici, lezioni pratiche e momenti educativi per incoraggiare uno stile di vita sano nel rispetto delle norme di prevenzione primaria e secondaria, dell’attività fisica e sportiva e di una corretta alimentazione.

Nei due giorni che hanno preceduto la Race, grazie al lavoro volontario di numerosi medici, infermieri e tecnici di radiologia e stato possibile offrire gratuitamente oltre 480 prestazioni tra mammografie, ecografie, visite senologiche, pap test, controlli per l’osteoporosi, elettrocardiogrammi e consulenze sui corretti stili di vita. Grazie a questa iniziativa è stato possibile individuare due casi di alterazioni cardiache, subito avviati ad approfondimento.

Soddisfatti per questo risultato il Presidente della Komen Italia, Prof. Riccardo Masetti, il Direttore Generale della Fondazione Poliambulanza Dott. Alessandro Signorini e il Presidente della Commissione Sanità della Regione Lombardia Fabio Rolfi.

LA CORSA E I VINCITORI – Sotto l’aspetto agonistico, la Race for the Cure ha visto l’affermazione di Francois Marzetta, atleta delle Fiamme Oro di Padova, che ha corso in 14’31’’. Tra le donne, la più brava è stata Elisa Battistoni con il tempo di 17’29’’, mentre la più veloce delle Donne in Rosa è stata Monica Pezzotti, con il tempo di 19’13’’.

Per le squadre, entrano nell’Albo d’Oro “Paola cammina con noi” (squadra più numerosa in assoluto), “Riflessi in Rosa 2” (squadra aziendale più numerosa), “Le Pitote Camune” (squadra proveniente da più lontano) e “Pink Smile” (squadra più simpatica e originale).

DESTINAZIONE DEI FONDI – Con i fondi raccolti dalla Race for the Cure 2016, la Komen Italia darà avvio nel 2017 a nuovi progetti di educazione, prevenzione e cura del tumore del seno in Lombardia, che si andranno ad aggiungere ai 7 già realizzati in regione con l’edizione 2015 e ai 351 già svolti in tutta Italia grazie alle precedenti edizioni di Roma, Bari, Bologna e Brescia con l’impiego di oltre 2.700.000 euro.

pallonciniracebs2016