Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
Posted by gcosmelli 5 - aprile - 2016 Commenti disabilitati

convegno2Roma, 5 aprile 2016 – Si è conclusa ieri con successo l’iniziativa “La musica fa bene”, primo atto di una partnership triennale promossa dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Susan G. Komen Italia con la collaborazione del Polo Salute della Donna e del Bambino del Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma.  L’ultima delle tre repliche del concerto di Čajkovskij di Antonio Pappano in programma all’Auditorium Parco della Musica, ha infatti chiuso una tre giorni ricca di appuntamenti all’insegna della promozione della salute delle donne, con la musica a fare da collante.

“Questa importante sinergia vuole utilizzare la forza della musica, un linguaggio universale che ogni persona è in grado di comprendere, per dare vita a nuovi progetti nel campo della salute femminile.”, ha dichiarato il Prof. Riccardo Masetti, Direttore del Centro Integrato di Senologia del Policlinico Gemelli e Presidente della “Susan G. Komen Italia” che, insieme al Presidente della Accademia Maestro Michele Dall’Ongaro, ha fortemente voluto questa partnership.

IL CONVEGNO – Le giornate di sabato 2 e domenica 3 aprile sono state caratterizzate dal convegno “La musicoterapia e le sue applicazioni in oncologia”, organizzato nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica per presentare al pubblico i benefici che la musica può determinare nel percorso di cura dei pazienti oncologici.
Grazie al supporto delle più importanti e accreditate associazioni di categoria come la Federazione Italiana Musicoterapisti (FEDIM), l’Associazione Italiana Professionisti della Musicoterapia (AIM), l’Associazione Italiana Registro Musicoterapisti (AIReM), la Federazione Italiana musicoterapeuti (FIM) ed al contributo fornito da importanti musicoterapeuti di fama internazionale, è stato possibile offrire uno stato dell’arte di questa disciplina che sta già trovando applicazione in numerose strutture ospedaliere.
L’incontro è stato aperto dal saluto del Maestro Sir Antonio Pappano, che ha poi diretto, tra sabato e domenica, le tre repliche del concerto di Čajkovskij nella Sala Santa Cecilia, con una parte dell’incasso devoluto alla Susan G. Komen Italia per sostenere la lotta ai tumori del seno: “La musica non è solo glamour” – ha detto il Maestro nel suo intervento inaugurale. “La musica è qualcosa di molto potente per tutte le creature che sono chiamate a combattere. Quando dirigo, sento forte l’emozione che la musica genera in sala tra il pubblico”.
Dopo gli interventi del Presidente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Michele Dall’Ongaro, del Presidente della Komen Italia Prof. Riccardo Masetti e del Direttore del Polo Salute della Donna e del Bambino del Policlinico Gemelli di Roma Prof. Giovanni Scambia, al tavolo dei relatori si sono avvicendati i maggiori esperti di musicoterapia. Tra questi, la Presidente della World Federation of Music Therapy (WFMT), Amy Clements-Cortés, la Prof.ssa Kathleen Howland, Docente di Musicoterapia del Berklee College of Music di Boston, il Maestro Paolo Troncon, Presidente della Conferenza dei Direttori dei Conservatori, il Prof. Pietro BriaProfessore Associato di Psichiatria e Direttore Artistico Stagione Concertistica “I Concerti del Mercoledì” dell’Università Cattolica di Roma e Il Prof. Massimo Ferrucci, medico chirurgo del Policlinico Gemelli e musicista.
Nelle due giornate di convegno, grazie all’intervento dei vari esperti presenti, è emersa la necessità di costituire un gruppo di lavoro finalizzato all’elaborazione di un documento tecnico con una proposta per uniformare i corsi di formazione di musicoterapia a livello nazionale in un curriculum triennale condiviso. I relatori intervenuti hanno infatti sottolineato la necessità di ottenere, da parte delle istituzioni, un riconoscimento della figura del musicoterapeuta anche in ambito sanitario, dal momento che la legislazione vigente non tutela questa categoria professionale.
Il Prof. Masetti ha accolto i pareri di tutti i relatori proponendo il coordinamento del gruppo di lavoro al Dott. Paolo Troncon, Presidente della Conferenza dei Direttori dei Conservatori, che favorirà il dialogo con il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca perché venga condiviso un piano formativo più uniforme e coerente.
Nell’ultima giornata del convegno si è approfondita poi la necessità di disegnare un progetto di ricerca evidence-based di musicoterapia in oncologia, unificando le già numerose esperienze di musicoterapia in ambito ospedaliero e nei luoghi di cura.
Il convegno è stata un’occasione per confrontarsi su un tema di grande importanza, non solo per i musicoterapisti ma anche per gli operatori sanitari e per delineare i prossimi ambiti di intervento della partnership tra la Susan G. Komen Italia e l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

DUE GIORNATE DI SCREENING GRATUITI – Nell’ambito dell’iniziativa, uno spazio importante è stato destinato alla promozione della prevenzione: nell’area antistante l’Auditorium Parco della Musica, nelle giornate di sabato 2 e domenica 3 aprile, la Susan G. Komen Italia, attraverso il lavoro di alcuni specialisti in senologia e con l’ausilio della propria Unità Mobile di Mammografia, ha offerto al pubblico e ai visitatori del complesso un percorso di consulenza ed eventuali prestazioni specialistiche per la prevenzione dei tumori femminili.
Nelle due giornate sono state erogate 206 prestazioni (123 senologiche, 63 dermatologiche, 20 ginecologiche) e sono stati individuati due casi sospetti di tumore del seno.

IL CONCERTO – L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Antonio Pappano hanno aderito al progetto anche con i concerti di Čajkovskij – in programma nella Stagione Sinfonica – del 2, 3 e 4 aprile.
Oltre alla possibilità di effettuare donazioni libere, l’incasso della vendita dei biglietti della Galleria 8 delle tre serate è stato devoluto alla Susan G. Komen Italia per la realizzazione di nuovi progetti congiunti nel campo della lotta ai tumori del seno. Inoltre, parte del ricavato sarà destinato all’istituzione di due premi di studio per “Musicoterapia in Oncologia”.

Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Susan G. Komen Italia ringraziano ExxonMobil, Relais Le Jardin e Roma Cares per il contributo offerto.

Categories: Eventi e Iniziative