Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
FacebookTwitterEmailPrint

Quasi 7.000 iscritti, tra cui 400 “Donne in Rosa”, operate di tumore del seno, e circa 4.000 prestazioni di screening gratuite offerte al Villaggio della Salute. Questo il bilancio dei tre giorni della terza edizione della Race for the Cure di Napoli, che si è svolta a Piazza del Plebiscito dal 5 al 7 ottobre, organizzata dalla Susan G. Komen Italia per sostenere la lotta ai tumori del seno.

Il via alla gara (che si è svolta sotto l’Altro Patronato del Presidente della Repubblica con il patrocinio di Comune di Napoli, Regione Campania, Provincia di Napoli, CONI, FIDAL, Camera di Commercio di Napoli e con la collaborazione di IPASVI) è stato dato dall’attrice Rosanna Banfi, madrina delle “Donne in Rosa”, insieme con il Presidente del Comitato Campania della Komen Italia. Con lei, altre personalità che hanno scelto di dare il proprio sostegno alla Race for the Cure. Dall’Assessore alla Sanità, Sport e Pari Opportunità del Comune di Napoli, Giuseppina Tommasielli (anche in rappresentanza del Sindaco De Magistris, bloccato da impegni istituzionali fuori Napoli) ai tanti uomini e donne di spettacolo che hanno raggiunto Piazza del Plebiscito come gli attori Lucio Caizzi, Maurizio Casagrande ed Enzo De Caro e i musicisti napoletani doc Sal Da Vinci e i ragazzi di Scugnizzi. Nei giorni precedenti si sono affacciati al Villaggio anche alcuni giocatori del Napoli, festeggiatissimi, come Marek Hamsik e Paolo Cannavaro.

La tre giorni di Piazza del Plebiscito, dedicata alla salute, allo sport e al benessere, ha consentito di offrire ai visitatori diverse opportunità per accedere a programmi gratuiti di screening non solo per la prevenzione del tumore del seno. In totale, nei due giorni che hanno preceduto la gara della domenica mattina sono state erogate dai numerosi medici volontari presenti al Villaggio della Salute 3842 prestazioni tra visite, mammografie, ecografie, controlli per l’osteoporosi, controlli per la glicemia, elettrocardiogrammi ed ecocardiografie, controlli per la pressione arteriosa, check-up andrologici per la prostata e screening per la prevenzione delle malattie della tiroide e dei tumori della pelle. In tutto, quasi quattro volte il numero delle prestazioni offerte lo scorso anno, che in questa edizione hanno portato a diagnosticare circa 15 casi sospetti di tumore del seno di cui 2 accertati, ed altri 15 casi sospetti relativi alla tiroide. Inoltre, scoperto un infarto silente ad una signora che si trovava dunque in pericolo di vita e due casi di diabete grave a rischio di coma, mai diagnosticati prima. Il lavoro dei medici del Villaggio della Salute è stato coordinato dalla Prof.ssa Annamaria Colao con l’ausilio dei colleghi Vincenzo Montesarchio (senologia), Maurizio Santomauro e Maurizio Galderisi (cardiologia), Carla Di Somma (osteoporosi), Antongiulio Faggiano (endocrinologia tiroidea), Silvia Savastano (metabolismo), Flavia Fumo (diabete), Gabriella Fabbrocini (dermatologia), Rosario Pivonello (andrologia), Anna Sansone e Giovanni Ruggiero (ginecologia) e Sergio Piccolo con un largo team di radiologi.

Tra le altre attività che si sono svolte al Villaggio, lezioni di danza moderna, Zumba Fitness, hip hop, danze orientali, oltre a quelle di spinning e fit&boxe. Inoltre un torneo di basket 3×3, un torneo di Subbuteo, un torneo di Burraco e l’anteprima di “Attimi”, una rappresentazione di Danza Contemporanea.. Grande gradimento poi per le pizze preparate direttamente al Villaggio dall’Associazione Pizzaiuoli Napoletani e dell’Associazione Pasticcieri Napoletani e Panificatori Napoletani. Infine, la II edizione del premio letterario “Poesia & pRosa”.

Sotto l’aspetto agonistico, la Race for the Cure è stata vinta da Francesco Porricelli con il tempo di 17’05’’. Prima tra le donne ancora una volta l’atleta Ania Paniak con il tempo di 19’55’’. Per quanto riguarda invece le “Donne in Rosa”, la più veloce è stata Carmela Battaglia.
Classifiche complete su www.atleticaleggera.org

Tante, come di consueto, le squadre che hanno preso parte a questa edizione della Race di Napoli. Tra queste, CWT SATO TRAVEL (squadra aziendale più numerosa), FUORI DI SEN(N)O (squadra più simpatica ed originale); AMDOS MONTORO INFERIORE (squadra femminile più numerosa), PODISTICA LAGHETTO e ASD SCIPPA (squadre di associazioni sportive più numerose), LA ROSA DEI VENTI DI FOLIGNO (squadra proveniente da più lontano), IPASVI (squadra ospedaliera più numerosa), FIT & BOXE e RUN FOR LOVE (circoli sportivi più numerosi) e GUARDIA DI FINANZA (squadra “in divisa” più numerosa).

Tante aziende hanno scelto di partecipare alla Race formando una squadra o sostenendo la manifestazione con il proprio contributo. Dallo storico sponsor nazionale Johnson & Johnson al nuovo prestigioso partner GBM Banca; agli sponsor locali Latte Berna, BCC Napoli e Gruppo Isaia; i media sponsor La7, RaiNews, Diva Universal e Radio Marte. Inoltre, Neutrogena (sponsor delle “Donne in Rosa”); Internazionali BNL d’Italia e S.S.C. Napoli (partner ufficiali) e Lete (fornitore ufficiale).

I fondi raccolti con la Race for the Cure saranno destinati a promuovere la diagnosi precoce, il benessere psico-fisico delle donne operate, l’aggiornamento degli operatori sanitari e l’acquisto di apparecchiature di diagnosi e cura attraverso progetti che saranno realizzati principalmente da altre associazioni, in una filosofia di condivisione e di non competizione. Questi progetti si andranno ad aggiungere agli oltre 180 già realizzati dal 2000 ad oggi grazie alla generosità dei partecipanti e degli sponsor.