Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
Posted by gcosmelli 6 - aprile - 2016 Commenti disabilitati

La Komen Italia dà il benvenuto nella propria “famiglia” alla giovane nazionale azzurra di pallacanestro, Marzia Tagliamento, che ha scelto di impegnarsi nella lotta ai tumori del seno per diffondere l’importanza della prevenzione tra le sue ammiratrici.
Si ringrazia la Project Sport Management per aver favorito l’avvio di questa nuova collaborazione.

Questo il messaggio che Marzia ci ha inviato per spiegare il suo coinvolgimento nella nostra causa.


 

Marzia Tagliamento“Lo sport mi ha accompagnata sin da piccola. Mia madre, ex giocatrice, mi ha trasmesso questa passione, mi ha fatto scoprire il piacere di correre dietro un pallone appena nata.

Ricordo benissimo le ore passate in palestra mentre mia madre si allenava e io lì in un angolo che giocavo. Custodivo il pallone gelosamente tutto per me, è stato uno dei miei primi regali e probabilmente un segno del destino.

Lo sport ha sicuramente cambiato la mia vita. Mi ha portato a fare delle scelte importanti da subito: all’età di 15 anni sono entrata nel College Italia trasferendomi da Brindisi a Roma, un’avventura entusiasmante, un piacere ma anche un sacrificio per una bambina di quell’età.

Regole, disciplina, condivisione, rispetto.  L’attività sportiva, il far parte di una squadra, il confronto con gli altri ti portano a crescere, a sbagliare e a migliorare trasmettendoti valori e insegnamenti al pari della scuola e della famiglia.

Lo sport è si sacrificio, ma soprattutto è passione: lo scorso anno ho giocato quasi 60 partite tra campionato, Europei giovanili e Tournee con la Nazionale Sperimentale e sono riuscita a sostenere con successo l’esame di maturità. Ho solo 15 giorni di vacanze all’anno, ma non rimpiango nulla, perché faccio da sempre con passione ciò che amo. Dopo gli allenamenti subito sui libri a studiare sino a tardi, è la vita che ho scelto, è la vita che desidero per realizzare i miei sogni.

Lo sport è un elemento essenziale, uno stile di vita per me. Il basket mi ha dato e mi dà sensazioni incredibili, come quando ho vestito la maglia della Nazionale per la prima volta a 19 anni.

Tutto questo però non può prescindere da uno stile di vita sano, dal giusto riposo e dalla corretta alimentazione. Uno stile di vita sano, al di là della prestazione sportiva, consente di prevenire tante problematiche fisiche e psicologiche. È importante e fondamentale per tutti fare attività sportiva in maniera continuativa. Non parlo solo di professionismo.

 Lo sport è un maestro di vita che ogni giorno ti trasmette messaggi positivi, lezioni che nessuno può dare, un supporto positivo per il corpo e per la mente. Lo sport a me ha cambiato la vita!

È proprio per il ruolo dominante che lo sport e l’adozione di uno stile di vita sano hanno avuto nella mia vita, che invito tutti a partecipare alle prossime edizioni della Race for the Cure che si terranno a Roma, Bari, Bologna e Brescia e scoprire le numerose attività legate alla salute e al benessere ospitate dai Villaggi Race. È un appuntamento da non perdere per acquisire maggiore consapevolezza su temi di grande importanza che riguardano la vita di tutti noi, adulti e ragazzi.”

Marzia Tagliamento