Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
Posted by gcosmelli 23 - settembre - 2015 Commenti disabilitati

ConfRaceBO2015Bologna, 23 settembre 2015 – Presentata oggi a Bologna, a Palazzo d’Accursio, la IX edizione della “Race for the Cure – tre giorni di salute, sport e benessere per la lotta ai tumori del seno”. Anche quest’anno la popolare manifestazione di solidarietà e di raccolta fondi caratterizzerà il weekend felsineo da venerdì 25 a domenica 27 settembre ai Giardini Margherita, dove sono attese oltre 16.000 persone (record della scorsa edizione).

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è svolta in Sala Tassinari alla presenza dell’Assessore allo Sanità e allo Sport, Luca Rizzo Nervo, hanno partecipato la Presidente del Comitato Regionale Emilia-Romagna della Komen Italia, Prof.ssa Carla Faralli, il Presidente Bologna Fiere, Dott. Duccio Campagnoli, il Direttore Generale della AUSL di Bologna, Dott.ssa Chiara Gibertoni, il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S. Orsola-Malpighi, Dott. Mario Cavalli, il Direttore dell’Unità Operativa di Senologia – Dipartimento Oncologico dell’AUSL Bologna, Dott. Gianni Saguatti, ed il Coordinatore screening oncologici, Servizio prevenzione collettiva e sanità pubblica della Regione Emilia-Romagna, Dott. Stefano Ferretti.
Presenti anche la Presidente del Consiglio Comunale Simona Lembi e l’Assessore Comunale alla Scuola Marilena Pillati.

La conferenza stampa si è aperta con il saluto dell’Assessore Luca Rizzo Nervo: «Ogni anno che ci troviamo per dare il via a questo appuntamento i motivi di soddisfazione sono tanti, perché fondamentali sono i messaggi di prevenzione in ambito oncologico che esso veicola. La nostra regione è all’avanguardia sia in ambito preventivo sia nell’accompagnamento delle pazienti per la cura e questo è dovuto anche alla sinergia consolidata con la Race for the Cure. Qui a Bologna siamo grati a chi ogni anno rende possibile questa iniziativa».

«La forza della Komen sono i volontari che ogni anno rendono possibile questa iniziativa - ha dichiarato la professoressa Carla Faralli, Responsabile del Comitato Emilia-Romagna della Susan G. Komen Italia – Il mio sogno era arrivare a 16.000 partecipanti e si è realizzato, adesso dobbiamo arrivare a 20.000. Prevenire la malattia e prenderci cura della donna durante la cura sono i nostri obiettivi».

COS’È LA RACE FOR THE CURE – Organizzata dalla Susan G. Komen Italia sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il contributo, tra gli altri, del partner nazionale Johnson & Johnson, la “Race for the Cure” si svolge ogni anno in oltre 150 città del mondo. In Italia vede sempre in prima fila due madrine d’eccezione: Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi. Quest’ultima ha affrontato proprio il tumore del seno, diventando poi la testimonial delle “Donne in Rosa”, le vere protagoniste della manifestazione. Migliaia di donne che corrono o camminano con una maglietta e un cappellino rosa, dimostrando un atteggiamento aperto, coraggioso e positivo nei confronti della malattia. Un modo per dire “Ce la possiamo fare!” a chi combatte contro il tumore del seno, e per affrontare il percorso di cura con la forza della condivisione.

PERCHÉ UNA CORSA CONTRO I TUMORI DEL SENO – I tumori del seno sono le neoplasie maligne più frequenti nelle donne e sono in continuo aumento. I dati epidemiologici indicano che 1 donna su 9 nel corso della vita sviluppa un tumore del seno, con gravi ricadute sulla famiglia e sul mondo del lavoro. In Italia si registrano oltre 47.000 nuovi casi l’anno (uno ogni 15 minuti) e, sebbene le possibilità di guarigione siano alte soprattutto quando la diagnosi è precoce, quasi 12.000 donne ogni anno perdono la loro battaglia contro la malattia. Per questo, dal 2000 ad oggi, la Komen Italia ha raccolto con le edizioni di Bologna, Roma e Bari della “Race for the Cure” oltre 6.000.000 di euro, contribuendo a finanziare 290 progetti in totale.

TRE GIORNI DI SALUTE, SPORT E BENESSERE – La “Race for the Cure” aspetta dunque i bolognesi dal 25 al 27 settembre, nel “Villaggio della Salute, Sport e Benessere” allestito ai Giardini Margherita. Sono previste iniziative concrete di prevenzione, laboratori educativi e stage di apprendimento di alcune discipline sportive. Inoltre, gli stand dei partner e un’attrezzatissima area giochi per i bambini. Alla corsa della domenica mattina, che attraverserà il centro, si potrà partecipare con una donazione minima di 12 euro che darà diritto a ricevere, secondo disponibilità, la t-shirt esclusiva della manifestazione, il pettorale e la borsa gara con gli omaggi dei partner. Per il programma completo delle attività del Villaggio, informazioni e iscrizioni (anche via web con carta di credito): www.racebologna.it

IL GRANDE CONTRIBUTO DI ISTITUZIONI E AZIENDE – La Race for the Cure di Bologna è patrocinata da Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Città Metropolitana di Bologna, Università di Bologna Alma Mater Studiorum, AUSL di Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi, CONI e FIDAL, in collaborazione con Federfarma Bologna, CNA Bologna, CSI Comitato Provinciale di Bologna, UISP di Bologna, Valore D, IPASVI, Collegio TSRM, A.I.F.I, Collegio delle Ostetriche di Bologna. Oltre a Johnson & Johnson, national presenting partner, fondamentale è il contributo del local major partner Cosmoprof e BolognaFiere, Aveeno (partner delle Donne in Rosa), Sky (main media partner), Lete (fornitore ufficiale acqua), Radio Bruno (media partner) e Cartoonito (partner area bimbi).
La realizzazione tecnica della corsa è a cura del Circolo G. Dozza.