Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
Posted by adminkomen2013 16 - maggio - 2012 Commenti disabilitati

Roma, 16 maggio 2012 – Presentata nella splendida cornice del Salone d’Onore del CONI la XIII edizione della “Race for the Cure” per la lotta ai tumori del seno. Perché limitarsi a correre o a passeggiare la domenica mattina quando si possono trascorrere ben tre giorni da dedicare alla salute, allo sport e al benessere nello splendido scenario dello Stadio delle Terme di Caracalla? La “Race for the Cure” tornerà da venerdì 18 a domenica 20 maggio per una XIII edizione ricca di novità e di iniziative organizzate dalla “Susan G. Komen Italia”. Testimonial storiche della manifestazione: Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi.

“In questa sala vengono premiati spesso grandi atleti” – ha detto il Presidente del CONI Gianni Petrucci – “Oggi premiamo invece le persone che si impegnano nelle iniziative sociali come il Prof. Masetti e gli amici della Race for the Cure. Mi complimento con loro per i risultati che ottengono ogni anno e per lo splendido lavoro sociale che fanno. Poi c’è la parte sportiva: era partita come una maratonina ma ormai e’ diventata una corsa dai grandi numeri, e’ arrivata sicuramente tra le prime dieci al mondo”. Al Presidente Petrucci, reduce dall’elezione a sindaco del Comune di San Felice Circeo, è stato simpaticamente donato il pettorale n. 3342, come il numero dei voti ottenuti. Presente anche l’Assessore al Turismo, Sport e Giovani della Provincia di Roma, Patrizia Prestipino, che ha sottolineato come la Provincia del Presidente Zingaretti non abbia mai fatto mancare il proprio sostegno alla manifestazione in questi cinque anni.  Consegnato quindi all’Assessore il pettorale n. 121, come il numero dei comuni della provincia di Roma. Affettuoso sostegno anche quello espresso dalla Consigliera della Regione Lazio Isabella Rauti, che ha sottolineato come la Race for the Cure sia uno stimolo per investire di più sulla prevenzione, cambiare approccio nei confronti della malattia e seguire le donne prima, durante e dopo questo momento difficile. A lei è stato consegnato il pettorale n. 5, come i cinque capoluoghi della Regione Lazio. Anche Rosella Sensi, già sostenitrice della Race for the Cure ai tempi della presidenza della Roma, ha espresso il proprio apprezzamento verso la manifestazione come Assessore alla Comunicazione e Promozione di Roma Capitale, con la speranza che sia sempre più semplice parlare di questa causa pubblicamente, senza paura e senza remore. Per lei un pettorale di significato particolare, il numero 1927, come l’anno di fondazione della A.S. Roma.

IL VILLAGGIO DELLA SALUTE ALLE TERME DI CARACALLA – Prima della corsa della domenica, i partecipanti sono attesi al “Villaggio della Salute”, aperto fin da venerdì 18 maggio, che sarà caratterizzato da moltissime attività ideate non solo per gli sportivi (Zumba, kick boxing, aeroboxe, yoga, qi gong) ma anche per le famiglie, i gruppi di amici e i semplici visitatori. Oltre agli stand dei numerosi sponsor della manifestazione e ad un’area giochi per i bambini, sono previsti laboratori della prevenzione sui tumori del seno e della cervice uterina, rivolti in particolare a gruppi selezionati di donne che non accedono agli ordinari programmi di screening senologici per motivi sociali, economici e culturali. Inoltre, esami gratuiti di prevenzione dei tumori della pelle e delle malattie della tiroide; incontri con gli esperti ed angoli di informazione per saperne di più su alimentazione e prevenzione dei tumori, sui danni del fumo, sulla prevenzione delle malattie della tiroide con l’uso del sale, sul linfedema, sulla tutela sul lavoro delle donne operate e molto altro. Spazio anche alla bellezza con esperte make-up artist a disposizione delle visitatrici.

“Sono molto emozionato e felice per il percorso fatto fin qui. Lavoriamo tutto l’anno per mantenere la concretezza di questo progetto e senza il supporto delle istituzioni, delle aziende, ma soprattutto dei nostri fantastici e infaticabili volontari, tutto questo non sarebbe possibile”, ha detto il Prof. Riccardo Masetti, Presidente della Susan G. Komen Italia. “Aspettiamo tante persone al Villaggio per trascorrere tre giorni all’insegna di uno stile di vita sano e della prevenzione, non solo dei tumori del seno”.

LA CORSA DI 5 KM E LA PASSEGGIATA DI 2 KM DELLA DOMENICA MATTINA – Al termine di questo intenso weekend, torna l’appuntamento con la corsa e la passeggiata aperta a tutti: grandi e bambini, uomini e donne, competitivi e non competitivi. Tutti ai nastri di partenza alle ore 10 di domenica 20 maggio per correre o passeggiare insieme tra le meraviglie del centro di Roma, dalle Terme di Caracalla fino al Colosseo. Con un contributo minimo di 13 euro si riceverà la borsa gara con gli omaggi degli sponsor, il pettorale ricordo e la nuova t-shirt dell’edizione 2012. Si può correre o passeggiare, sia sul percorso di 5km che su quello di 2km. L’organizzazione tecnica è a cura del Gruppo Sportivo Bancari Romani.

LE “DONNE IN ROSA” – LE PROTAGONISTE DELLA RACE – L’obiettivo principale della Race for the Cure (che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio di Roma Capitale, Provincia di Roma, Consiglio Regionale del Lazio, CONI, FIDAL, Policlinico Gemelli e con la collaborazione di IPASVI, Federfarma Roma e Collegio Ostetriche Roma), è quello di raccogliere fondi ed esprimere solidarietà alle “Donne in Rosa”, donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che testimoniano che da questa malattia si può guarire, come fa da molti anni la ‘madrina’ Rosanna Banfi. Chiunque abbia avuto un’esperienza con il tumore del seno o lo sta ancora combattendo può iscriversi alla Race chiedendo la speciale maglia e cappellino rosa per unirsi al gruppo delle “Donne in Rosa”, le vere protagoniste della Race! Per loro ci sarà anche un’area riservata al Villaggio, con tante iniziative all’insegna della condivisione e del relax. “La malattia mi ha insegnato tanto” – ha detto visibilmente emozionata Rosanna Banfi“e in questo modo ho potuto scoprire me stessa e il mondo delle donne che lottano come me contro la malattia. Questa è la mia quarta Race e sono sempre colpita dalla straordinaria forza di tutte quelle ‘sorelle’ che partecipano con la maglietta rosa. ‘Anche io ce la posso fare’, questo deve essere lo slogan”. Anche Barbara Saba, Direttore Generale della Fondazione Johnson & Johnson (sponsor nazionale della manifestazione), ha voluto sottolineare l’impatto emotivo che come donna operata riceve ogni anno nel vedere tante maglie rosa e tanta partecipazione: “La Race è la nostra famiglia, l’occasione per stare insieme. Non è solo una sponsorizzazione ma è l’occasione che ci insegna a combattere la paura con un sorriso. E’ la battaglia delle donne per non vedere altre donne passare quello che hanno vissuto loro in prima persona”. Adriana Bellini, telegiornalista di LA7 (media sponsor della Race 2012), ha sottolineato anche lei come donna operata quanto impegno abbia visto da parte delle sue colleghe e da parte dell’emittente, che vedrà i propri volti più noti indossare il nastro rosa simbolo della Komen prima della Race for the Cure. Sempre sul piano mediatico, Corradino Mineo, Direttore dell’altro media partner RaiNews24, ha voluto esprimere l’impegno del proprio canale all-news annunciando che la partenza della Race for the Cure di domenica 20 maggio sarà trasmessa per la prima volta in diretta proprio dalle telecamere della sua emittente, per offrire un vero servizio pubblico sociale. Trasmesso anche il bellissimo ed efficace spot interpretato da Maria Grazia Cucinotta e realizzato gratuitamente anche quest’anno dal media partner DIVA UNIVERSAL.

L’IMPEGNO DI TANTE AZIENDE NELLA RACE FOR THE CURE – Tante aziende hanno scelto di partecipare alla Race formando una squadra o sostenendo la manifestazione con il proprio contributo. Dallo storico sponsor nazionale Johnson & Johnson a Divani & Divani, Gioco del Lotto, Starwood Hotels & Resorts, Ferrovie dello Stato Italiane, Banca del Fucino e QVC. Media sponsor La7; altri media partner RaiNews, Diva Universal, RadioRadio e Metro. Inoltre, Neutrogena (sponsor delle “Donne in Rosa”); Internazionali BNL d’Italia, A.S. Roma e S.S. Lazio (partner ufficiali) e Lete (fornitore ufficiale).

COME ISCRIVERSI – Per iscriversi o saperne di più si può chiamare lo 06.3540551 o visitare il sito http://www.komen.it/?page_id=1714 per iscriversi da subito con carta di credito o per consultare l’elenco degli altri punti iscrizione attivi a Roma e nel Lazio.

UTILIZZO DEI FONDI – I fondi raccolti con la Race for the Cure saranno destinati a promuovere la diagnosi precoce, il benessere psico-fisico delle donne operate, l’aggiornamento degli operatori sanitari e l’acquisto di apparecchiature di diagnosi e cura attraverso progetti che saranno realizzati principalmente da altre associazioni, in una filosofia di condivisione e di non competizione. Questi progetti si andranno ad aggiungere agli oltre 150 già realizzati dal 2000 ad oggi grazie alla generosità dei partecipanti e degli sponsor.

Categories: Eventi e Iniziative