Komen Italia
Facebook Twitter You Tube
Posted by adminkomen2013 21 - giugno - 2012 Commenti disabilitati

Bologna, 21 giugno 2012 – A un mese e un giorno dalla prima scossa, l’Emilia è ancora una terra ferita. Il bilancio di questo sisma è tragico: 26 morti, 350 feriti e oltre 14mila sfollati. La terra continua a tremare ogni notte mentre di giorno la vita nelle tendopoli non viene semplificata dall’ondata di caldo e afa che ha invaso questo triangolo di terra. La macchina della solidarietà continua imperterrita a funzionare, per fortuna, instancabile fin dai primi giorni del terremoto. Numerose sono state le iniziative organizzate per aiutare le popolazioni colpite dal sisma.  Da tutta Italia, le associazioni di volontariato si sono mobilitate per la raccolta di beni di prima necessità da inviare ai campi di accoglienza e alle famiglie sfollate dalle proprie case. I prodotti richiesti erano e sono soprattutto generi alimentari non deperibili, scatolame a lunga conservazione, acqua, materiali di uso quotidiano come lenzuola e vestiti (non usati), sacchi a pelo, pannolini, posate di plastica e prodotti per l’igiene intima.

Anche il Comitato Emilia Romagna della Susan G. Komen Italia ha deciso di devolvere una parte dei prodotti che solitamente viene utilizzato per le premiazioni di eventi di raccolta fondi. Il Comitato ha risposto all’appello dell’Associazione Diritti e Doveri dei Consumatori (A.DI.DO.Consumatori) portando il materiale al punto di raccolta indicato. Anche in questo caso non possiamo che ringraziare tutti i volontari che si sono attivati per preparare gli scatoloni di prodotti, che sono stati consegnati il 15 giugno presso la Protezione Civile di Cavezzo, uno dei paesi più colpiti da questa tragedia.

Ecco le foto della consegna che ci ha mandato la Cooperativa Agritur che si è occupata del trasporto.