I musei italiani in rosa per la XXV edizione della Race for the Cure

L'onda rosa della Race for the Cure coinvolge i principali luoghi d'interesse culturali d'Italia

I musei italiani si illuminano di rosa per sostenere la Race for the Cure

Palatino.jpeg

Roma, 12 maggio - In occasione della XXV edizione della Race for the Cure, il Ministero della Cultura per questa speciale celebrazione ha eccezionalmente illuminato di rosa la Basilica di Santa Maria ad Martyres - Pantheon di Roma, il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, la Galleria Borghese, il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali e le Arcate Severiane sul Palatino, regalando una meravigliosa cornice al Villaggio della Salute allestito al Circo Massimo.

Come ogni anno, gli iscritti alla Race for the Cure hanno potuto usufruire di alcuni benefit offerti dai partner che sostengono la manifestazione tra cui l’ingresso gratuito nei Musei Statali, nei giorni 10, 11 e 12 maggio grazie alla sinergia con il MIC. Per accedere gratuitamente è stato sufficiente esibire la ricevuta di iscrizione o la maglia ufficiale della Race for the Cure.

Il progetto, in collaborazione con il MIC, è nato in occasione della Campagna “La Prevenzione è il nostro Capolavoro”, realizzata da Komen Italia per il Mese internazionale della Prevenzione dei tumori del seno di ottobre 2023. La Campagna, che accomuna i temi dell’arte e della salute, ha avuto come volto protagonista la Venere Callipigia, splendida scultura marmorea del II secolo concessa dal Museo archeologico nazionale di Napoli. Decine di monumenti italiani si sono illuminati di rosa su tutto il territorio nazionale, a partire dal Colosseo, che ha vestito simbolicamente il Ribbon Rosa nella notte tra il 21 e 22 settembre 2023, per poi proseguire con l’illuminazione in rosa della Galleria Borghese per tutto il mese di ottobre e poi, ogni mese, di altri prestigiosi monumenti.