La Fondazione Johnson&Johnson rinnova il suo supporto a Komen Italia

La Fondazione Johnson&Johnson rinnova il suo supporto a Komen Italia

e in particolare alla realizzazione delle 7 tappe del Villaggio della Salute

Nell’impegno ventennale e senza sosta di Komen Italia a favore della salute delle donne l’Associazione può contare, anche nel 2021, sul sostegno del Gruppo Johnson&Johnson partnership dalla prima ora.

Il Gruppo Johnson&Johnson, da sempre attento alle tematiche sociali, ha scelto di mettere al servizio della comunità l’esperienza e le proprie risorse, “La Fondazione Johnson&Johnson in Italia ha sposato il progetto di Komen fin dalla sua nascita ritenendo le attività previste in termini di awareness, accesso agli screening e programmi di prevenzione, fortemente allineate al mandato del nostro codice etico, “Credo”. I progetti di Komen Italia per diffondere la cultura della prevenzione contro il cancro al seno- e i tumori in senso più ampio—hanno contribuito a salvare la vita di molte donne e a poter offrire cure migliori in tante parti del paese: in questi anni molto è stato fatto e tanto c’è ancora da fare e siamo onorati di aver potuto, e di accompagnare ancora oggi, Komen Italia in questo viaggio per migliorare la salute delle donne.” Barbara Saba, Direttrice Generale Fondazione Johnson&Johnson e “Donna in Rosa”.

Il supporto del Gruppo Johnson&Johnson quest’anno andrà a sostegno dei seguenti progetti dell’Associazione.

La Fondazione Johnson&Johnson rinnova il suo supporto a Komen Italia e in particolare alla realizzazione delle 7 tappe del Villaggio della Salute, spazi dedicati alla prevenzione del tumore del seno e di altre patologie: 16 giorni di prevenzione in tutta Italia per contribuire alla ripresa degli screening, fortemente rallentati dalla pandemia Covid-19.

Anche Johnson &Johnson, in un momento così difficile per Komen Italia e per l’evento, offre il suo supporto alle Race Series in qualità di Partner Nazionale con i brand Aveeno e Biafin, Partner delle “Donne in Rosa”, che durante le Race scelgono di rendersi riconoscibili indossando le magliette, e cappellini rosa per promuovere l’importanza di un approccio positivo alla malattia.

Infine, quale attività complementare per diffondere anche all’interno una migliore consapevolezza sulla CSR e sviluppare maggiore senso di appartenenza al Gruppo, l’Azienda favorirà anche quest’anno il coinvolgimento dei dipendenti e dei loro famigliari nella Race for the Cure, con l’obiettivo di vincere ancora una volta il titolo di “Più grande squadra aziendale della RFTC”.