I 150.000 della Race for the Cure

I 150.000 della Race for the Cure

Il Presidente della repubblica Sergio Mattarella ha dato il via alla 25esima edizione della più grande maratona al mondo per la lotta ai tumori del seno

“Grazie a Komen Italia non solo per questa iniziativa, ma per quello che fa ogni giorno su questo fronte per l’umanità” - Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Paracadutista con Bandiera Komen Italia.JPG

L’onda rosa avvolge il cuore di Roma per rafforzare la cultura della prevenzione e avviare nuovi progetti di sostegno alle donne che si stanno confrontando con il tumore del seno

Un grande contributo alla prevenzione nel Villaggio della Salute che ha erogato 4.523 prestazioni gratuite per la diagnosi precoce dei tumori del seno e di altre patologie prevalenti

Continuano le iscrizioni per le Race di Bari, Bologna, Brescia e Matera

Roma, 12 maggio 2024 – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ufficialmente dato il via alla 25esima edizione della Race for the Cure di Roma che ha battuto un nuovo record con 150.000 presenze, riconfermandosi la più grande manifestazione al mondo per la lotta ai tumori del seno.

L’evento organizzato da Komen Italia per tenere alta l’attenzione nell’azione di contrasto ai tumori del seno e sensibilizzare il pubblico sulla importanza della prevenzione ha colorato di rosa tutte le strade del centro della Capitale.

Quest’anno la manifestazione, oltre all’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, ha ricevuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Camera dei Deputati e delle principali Istituzioni civili e militari.

Alla tradizionale passeggiata di 2 km e corsa di 5 Km aperta a tutti, è stata aggiunta per la prima volta una gara di 10 Km riservata agli atleti competitivi.

Vere protagoniste di questa grande manifestazione di salute, sport e solidarietà, sono state come sempre le “Donne in Rosa” – donne che stanno affrontando o hanno affrontato il tumore del seno. Con le loro coraggiose testimonianze e la condivisione delle esperienze, hanno sensibilizzato l’opinione pubblica sull’importanza della diagnosi precoce e generato negli anni un cambiamento culturale nell’approccio alla malattia, trasferendo forza e speranza alle 56.000 donne che ogni anno in Italia si confrontano con il tumore del seno.

A loro il Presidente della Repubblica ha voluto rivolgere un saluto e un ringraziamento speciale, incontrandole nel palco a loro riservato prima della partenza della Race.

Per celebrare i 25 anni di questa grande manifestazione sociale, gli atleti del Reparto Attività Sportive di Paracadutismo dell’Esercito hanno effettuato un lancio di precisione, facendo giungere sul luogo della partenza la Bandiera dell’Italia, quella dell’Esercito e la Bandiera celebrativa dei 25 anni della Race for the Cure. Il MIC, inoltre, per questa speciale celebrazione ha eccezionalmente illuminato di rosa il Pantheon, Castel Sant'Angelo, Galleria Borghese, il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali e le Arcate Severiane sul Palatino, regalando una meravigliosa cornice al Villaggio della Salute allestito al Circo Massimo.

Come ogni anno gli iscritti alla Race hanno usufruito dell’ingresso gratuito nei musei statali.

"Abbiamo avuto il privilegio di condividere una festa bellissima con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In questi 25 anni, grazie alla testimonianza delle Donne in Rosa abbiamo generato un cambiamento nel modo di affrontare la malattia sostituendo la paura e l’isolamento con un atteggiamento di condivisione e vicinanza. Con l’aiuto di tanti amici del mondo della cultura, dello sport, del giornalismo e dell’imprenditoria e l’impegno del nostro staff e degli oltre 2.000 volontari che ci affiancano, abbiamo potuto investire più di 26 milioni di euro per più di 1500 nuovi progetti a sostegno della ricerca, del potenziamento delle cure e della prevenzioneRiccardo Masetti, Fondatore di Komen Italia.

Siamo tantissimi in questa manifestazione straordinaria nel segno della salute e della solidarietà. I tumori si possono sconfiggere e Komen Italia ce lo insegna. Viva le donne coraggiose”, Roberto Gualtieri, Sindaco di Roma.

Per aumentare le possibilità di guarigione dobbiamo investire sempre di più nella prevenzione e nella ricerca”, Orazio Schillaci, Ministro della Salute

In contemporanea alla partenza della Race si è svolta la 1^ edizione della Rowing for the Cure sulle acque del Tevere, nel tratto che va da Ponte Garibaldi a Ponte Regina Margherita, organizzata dalla Federazione Italiana Canottaggio nell’ambito del progetto Canottaggio Sociale.

Insieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Fondatore di Komen Italia Riccardo Masetti e alla Presidente di Komen Italia Daniela Terribile, hanno dato il via ufficiale all’evento: la Presidente del Comitato d’Onore della Race for the Cure Laura Mattarella, il Vice-Presidente della Camera dei Deputati Giorgio Mulè, il Ministro della Salute Orazio Schillaci, il Ministro per le Riforme Istituzionali Maria Elisabetta Alberti Casellati, il Presidente della Regione Lazio Francesco Rocca, il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri, il Prefetto di Roma Lamberto Giannini, l’Ambasciatore degli Stati Uniti d’America Jack Markell con la moglie Carla, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Questore di Roma Carmine Belfiore, il Generale di Corpo d'Armata dell'Esercito Salvatore Camporeale, il Vice Segretario Generale della Difesa Luisa Riccardi, il comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri Teo Luzzi, il Comandante del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Carlo Dall’Oppio, le testimonial di Komen Italia e madrine della Race for the Cure Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi, gli altri membri del Comitato d’Onore della Race, con la conduzione di Olivia Tassara.

Il Villaggio della Salute, coordinato dalla Dott.ssa. Alba Di Leone, in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS e l’Ospedale Isola Tiberina-Gemelli Isola nel corso di quattro giorni ha consentito di dare un contributo molto significativo alla prevenzione, erogando 4.523 prestazioni gratuite di diagnosi precoce dei tumori del seno e di altre patologie prevalenti, in particolare alle donne in condizioni di fragilità socioeconomica e, per la prima volta, alla popolazione transgender.

Grazie ai medici, agli infermieri, ai tecnici di radiologia, agli operatori sanitari, e ai volontari che hanno reso possibile l’erogazione di un numero così elevato di prestazioni gratuite nel Villaggio della Salute. Noi siamo qui, così come siamo negli ospedali tutti i giorni, per salvare anche solo una vita. Mentre ci impegniamo nella prevenzione, non possiamo assistere inermi a ciò che accade nel mondo, e vogliamo lanciare un messaggio a favore della pace”, Daniela Terribile, Presidente di Komen Italia.

Tra i più importanti progetti realizzati dalla Komen Italia nell’arco di un quarto di secolo:

  • 180 premi di studio pluriennali a giovani medici per progetti di ricerca o perfezionamento clinico presso centri di eccellenza in Italia e all’estero;
  • 1.285 Giornate di Promozione della Salute Femminile per offrire gratuitamente e a domicilio con le Unità Mobili ad alta tecnologia della Carovana della Prevenzione esami strumentali per la diagnosi precoce dei tumori del seno e dei tumori ginecologici a oltre 250.000 donne in 17 regioni italiane;
  • Oltre 4 milioni di Euro di contributi economici a 307 associazioni per progetti di promozione della salute in tutta Italia;
  • Avvio di 2 “Centri Komen Italia di Terapie Integrate in Oncologia” (presso il Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS di Roma e l’Ospedale Bellaria di Bologna) e di 65 progetti pluriennali per offrire gratuitamente terapie complementari a oltre 50.000 donne con tumore del seno e favorire il benessere psicofisico durante e dopo le cure oncologiche, limitando gli effetti collaterali delle terapie tradizionali e riducendo il pericolo di recidiva della malattia;
  • Oltre 1.800 sessioni gratuite di formazione in 335 città italiane per 77.000 partecipanti tra medici di base, infermieri, ostetriche, chirurghi, anatomopatologi, psiconcologi, ginecologi, radiologi e tecnici di radiologia, farmacisti studenti e associazioni femminili.

La Race attraverserà altre 4 città italiane: Bari (17 - 19 maggio), Bologna (20 – 22 settembre), Brescia (27 - 29 settembre), Matera (27 - 29 settembre).

ORGANIZZAZIONE TECNICA

L’organizzazione tecnica della corsa è stata affidata ancora una volta a GSB RUN (Gruppo Sportivo Bancari Romani) che ha provveduto anche alle premiazioni dei primi 10 atleti competitivi. Primi classificati: nella categoria Uomini Ahmed Ouhda, Donne Elisa Bortoli e Donne in Rosa Ilaria Piscitelli.

PARTNER

Anche quest’anno, la Race for the Cure si è svolta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la partecipazione di Regione Lazio, Roma Capitale, CONI, Esercito Italiano, Arma dei Carabinieri, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Ministero della Cultura, Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Università Luiss Guido Carli, Federazione Italiana di Atletica Leggera, Federazione Italiana Canottaggio, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Federazione italiana Golf, Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali, Federazione Italiana Pallacanestro, Federazione Italiana Pallavolo, Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee, Federazione Italiana Scherma, Federazione Italiana Sport equestri, Federazione Italiana Tiro con l'Arco, Federazione Italiana Taekwondo, Commissione difesa Vista Onlus, Federazione Italiana Cuochi, Protezione Civile Arvalia Roma, Società Italiana degli Autori ed Editori.

La manifestazione si è svolta anche grazie al prezioso contributo di oltre 2.000 volontari e al generoso sostegno di numerose aziende sensibili alle tematiche della solidarietà, della salute e della prevenzione. Di particolare rilievo la collaborazione con Aveeno e Biafin partner per le Donne in Rosa, MSD partner dei volontari, Easy Parking - Aeroporti di Roma, partner tecnico. Inoltre: Bimby Vorwerk, Enel, Fasda, Ferrovie dello Stato Italiane, Fondazione Johnson&Johnson, Kenvue, Pfizer, Todis, Risparmio Casa e Valmontone Outlet.

Fornitori ufficiali Hertz, Lete, Radio Globo, Vodafone, Rainbow e Fondazione Campagna Amica per la seconda edizione del PinkNic.

Per festeggiare la 25esima edizione della Race quest’anno sono stati personalizzati alcuni dei principali mezzi di trasporto: il Freccia Race, un Frecciarossa di Ferrovie dello Stato Italiane, un intero treno della linea A della metropolitana di Roma grazie ad Atac, i bus turistici di Carrani Tours e I Love Rome City e i taxi di Roma di Taxiste informano – Tassiste di Roma.

Un ringraziamento speciale alla Fanfara dell'Arma dei Carabinieri, alla Banda Musicale della Polizia di Stato e alla Banda musicale della Polizia Municipale di Roma.

MEDIA

Fondamentale il grande sostegno alla Race di Stampa, Radio, Tv, Concessionarie di Pubblicità e Web. Grazie anche a tutti i volti noti della tv, dello sport, della cultura e alle testate giornalistiche che hanno promosso la Race e per i più piccoli Virgilio, la celebre mascotte Trudi e i protagonisti del mondo Rainbow.

Il commento e i contenuti della diretta Race for the Cure 2024 sono stati curati dal mediapartner TRM Network che ha previsto la copertura di tutti i momenti dallo start alla premiazione, oltra alla condivisione di numerosi contributi e testimonianze raccolte durante le giornate di apertura del Villaggio della Salute. Si ringraziano: Rai, Mediaset, La 7, Sky, TGR Lazio, Rai Kids, Il Messaggero, Leggo, Il Fatto Quotidiano, Radio Globo, TRM network e per la pubblicità Urban Vision, Vivenda, Building Communication, ADR- Easy Parking, Atac, Apa, il Comune di Roma, Diendi Media, DDN Pubblicità, Esotas, Grandi Stazioni Retail, GQuadro Adivertsing, Looking4 S.r.l., Mediazone, Moretti Pubblicità, Multivision, Real Media S.r.l., Sci, The Media, Unigamma S.r.l. e Sarila S.r.l., WayAp tutte le Tv e Radio locali.

Per informazioni www.komen.it

Per donazioni e iscrizioni: www.raceforthecure.it

Ufficio Stampa e Promozione Komen Italia

Gessica Giglio

Mobile: 393-9147815

Giovanni Giglio

Mobile: 349-2415826

Phone: 06-64781820ufficiostampa@catinogiglio.it